POLIGIOCASPORT CADORAGO A – SAN GIUSEPPE : 8 – 0

Cadorago, 14 marzo 2009

 

Pomeriggio di sole sul campo dell’oratorio di Cadorago e pubblico delle grandi occasioni per quest’impegno casalingo della formazione di casa, il cui risultato, visto il divario di tasso tecnico tra le due squadre visto all’andata, appare scontato. Max non fatica a disegnare la formazione, viste le assenze numerose. I ragazzi si presentano con il solito Manuel tra i pali, , Nicolas (td) e Resul (ts) in difesa, il terzetto classico a centrocampo con Pietro (cs), Matias (cc) e Jacopo P. (cd), Alessia in attacco. In panchina la sola Giulia fa compagnia al tecnico. I ragazzi partono subito in pressione, ma il primo vero pericolo è nostro e viene sventato da Alessia al terzo minuto, quando respinge in barriera una punizione del San Giuseppe ad un metro dal vertice destro della nostra area.

 

IMG00397.png
(in foto: i ragazzi a centrocampo salutano gli ospiti.)

 

 

Si passa due minuti dopo. Pietro affonda sulla sinistra, vede Matias che si è smarcato al limite dell’area, gli serve la palla e il regista cadoraghese batte il portiere avversario con un destro lento ma preciso che incrocia l’area e si insacca a fil di palo (1-0). Un minuto dopo Matias restituisce il piacere servendo Pietro da rimessa laterale, conquistata da Jacopo sulla fascia destra all’altezza dell’area avversaria. Il cursore, che è partito con troppo anticipo, si ritrova con la palla alle spalle, ma in acrobazia, con un colpo col tacco destro, la infila alle spalle dell’estremo difensore (2-0). All’ottavo si ripresenta timidamente il SG, che sfrutta nuovamente un calcio piazzato dalla nostra tre quarti. È il numero nove ad incaricarsi della battuta, potente ma imprecisa, che non inquadra la porta e termina di poco a lato. Al nono ancora il SG, con il numero 27 che da lontano mira il palo alla destra di Manuel. Il nostro portiere risponde all’appello e blocca in presa plastica. I nostri, forse a causa del risutato già sbloccato, giocano senza la solita grinta. Il calo di attenzione che ne risulta è direttamente proporzionale al numero di passaggi errati. Pietro, che appare comunque in scarsa condizione, sbaglia un numero di appoggi superiore al suo solito tasso d’errore, ma il debole attacco ospite non è in grado di approfittarne. Una copia fotostatica quasi perfetta della marcatura precedente al dodicesimo: Jacopo, conquistata una rimessa, riceve da Matias che centra con le mani in area e, svettando di testa, la gira nel sacco (3-0). Il SG riesce a replicare al sedicesimo, di nuovo su punizione dalla tre quarti, con la sfera nuovamente di poco a lato. A poco dal termine della prima frazione tocca a Nicolas. Il terzino destro riceve dal portiere e avanza, salta il centrocampista avversario, si invola sulla fascia dove Jacopo gli libera il corridoio, portando via con un movimento verso l’area il difensore avversario.

 

IMG00399.png
(in foto: il presidente all’intervallo visita la panchina e chiede ufficialmente il primo posto nel girone all’allenatore.)

 

 

Nicolas affonda e spara dal limite dell’area un destro preciso che supera il portiere e si insacca a filo del palo opposto (4-0). Tocca anche a Giulia, spesso a segno nel corso di questo campionato. Pietro, sempre attivo sul settore sinistro, prolunga di testa una rimessa laterale di Matias. Giulia appostata sul palo opposto ferma la palla sulla linea di fondo col sinistro e la infila tra palo e portiere (5-0). Al diciannovesimo si riaffaccia il SG, che porta un attaccante al tiro dal vertice sinistro dell’area, dove Resul si immola sbarrando la strada della porta alla sfera col corpo. Sul corner successivo, Manuel esce in presa sicura. Si parte in avanti già al primo della seconda frazione quando, su un lungo lancio di Resul, Jacopo affonda e crossa. Alessia al centro dell’area sfiora di testa la marcatura. Fantastica Alessia un minuto dopo quando fa velo su un cross di Jacopo per Pietro che raccoglie sul palo e supera con una palombella il portiere in uscita (6-0). Al terzo finalmente un brivido per i ragazzi. Nicolas perde palla a centrocampo mettendo in moto il numero 27 che esplode un destro dal limite. Il nostro portierone è vigile e blocca. Poco dopo gloria anche per Resul. Pietro lo scorge nei pressi dell’area del SG. Il terzino, forte del risultato, si è portato in zona d’attacco. Servito dal compagno spara un gran bolide al volo di destro,  imparabile per l’estremo difensore avversario (7-0). Il SG si è ormai arreso. Come un pugile stordito da un uppercut dell’avversario, è al tappeto, incapace ormai di reagire. Si rialza, ma le azioni dei ragazzi si susseguono ormai senza sosta, come jabs malefici che impediscono al SG di abbassare la guardia e rispondere. Al quinto Alessia sfonda sulla destra, entra nell’area, raggiunge il primo palo e mira col destro l’angolo opposto. Per un soffio la sfera si spegne sul fondo. Al nono i ragazzi guadagnano un corner. Al decimo Jacopo gira al volo un invito di Pietro dalla sinistra, e chiude di poco alto. All’undicesimo Matias fa filtrare tra le maglie sdrucite della difesa avversaria una bella palla che il cursore mancino colpisce col suo sinistro e manda di poco a lato. Un minuto dopo un bell’esempio di fair play. Il portiere avversario, su rinvio, perde la presa e la palla termina alle sue spalle in corner. Il direttore di gara non può far finta di non vedere ed è costretto ad assegnare un calcio d’angolo in favore dei ragazzi. Jacopo va in battuta e mette direttamente sul fondo, restituendo la palla all’avversario e guadagnandosi un sonoro applauso del pubblico. Al quattordicesimo un fallo di mano di Nicolas permette al SG di andare al tiro dai venti metri. Il numero 14 sistema la palla ma il suo destro è sul fondo. Ci riprova tre minuti dopo, sempre su punizione dalla tre quarti, ma di nuovo non inquadra  la porta. Il Cadorago è sazio ed il gioco è ormai affidato all’estro dei singoli. Al diciottesimo sgroppa Nicolas sulla destra, raggiunge l’area avversaria, ma questa volta il suo destro attraversa lo specchio della porta e si spegne in fallo di fondo. Poco dopo Matias trova ancora la rete. Appostato sulla destra ad un metro dall’area del SG, raccoglie la sfera in mischia e di precisione la spedisce nel sacco a far la barba al palo. Il portiere prova ad arrivare, ma nulla può contro la balistica precisa del regista italo-argentino (8-0).

 

IMG00408.png
(in foto: Matias festeggia con una doppietta il suo dodicesimo compleanno. Auguri!!!)

 

 

Al diciannovesimo una bella azione degli esterni con Jacopo che cambia per Pietro a sinistra. Questo la rimette per Jacopo che si è fiondato in area ed inzucca a botta sicura. Il portiere avversario compie il miracolo e devia in corner. Batte Jacopo e Matias ci prova al volo con un bel destro che incrocia di poco alto sulla traversa. E’ l’ultimo minuto. Resul si proietta nell’area avversaria. Pietro vede il compagno e dal fondo lo invita ad incornare per il secondo sigillo. Resul vede la palla, colpisce in maniera perfetta, ma la traversa gli nega la doppietta.

Difficile testare la condizione atletica della squadra di Max in questa partita a senso unico. Il San Giuseppe, sempre in balia del gioco dei padroni di casa, è incapace di raggiungere l’area avversaria e infastidisce il portiere di casa esclusivamente con qualche calcio piazzato, peraltro quasi mai a segno. I nostri giocano a tratti, senza soluzione di continuità, ma pur col freno a mano tirato vanno a segno ben otto volte. La mancanza di stimoli fa calare l’attenzione: molti i passaggi sbagliati, soprattutto nel corso della prima frazione. Ottima la prova di Jacopo, che svolge un grande lavoro di quantità sulla sua fascia. In attesa di gare più impegnative, è chiaro comunque a tutti che i ragazzi allenati da Max rappresentano una delle realtà migliori del girone. E’ dunque tassativo per il coach soddisfare le richieste della dirigenza, puntando senza indugio alla conquista del titolo.

(g.quarta)



Cadorago————–>6

Gioca con un ritmo da amichevole costretta dalla scarsa verve dell’avversario.


San Giuseppe———->5

Appare incapace di opporre una minima reazione ai ragazzi. Inconsistente.


Arbitro—————–>6,5

Mai impegnato a fondo, causa il tratto da amichevole dell’incontro.


Campo—————–>6,5

Il campo è in discrete condizioni, nonostante lo sfruttamento intenso delle squadre e dei ragazzi dell’oratorio.


Pubblico—————–>7

Perfetto e numeroso.

POLIGIOCASPORT CADORAGO A – SAN GIUSEPPE : 8 – 0ultima modifica: 2009-03-17T00:06:00+01:00da qugi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento